"Futuro interiore" è un saggio di Michela Murgia dedicato alla generazione degli odierni quarantenni. L'autrice si interroga su temi quali democrazia, cittadinanza, identità e integrazione

Futuro interiore (Einaudi) è un saggio breve di Michela Murgia, dedicato alla generazione degli odierni quarantenni. La scrittrice sarda, classe 1972, che certo non disdegna l’impegno civile e politico, si interroga sulle difficoltà e le potenzialità di questa “generazione di mezzo”, concentrandosi su temi quali democrazia, cittadinanza, identità, integrazione ed Europa. Snodi fondamentali della società di oggi, e nello stesso tempo punti di crisi.

Michela Murgia

Figlia dei baby boomers e madre dei nativi digitali, quella degli anni Settanta è una generazione ammarata nel mezzo di due fondamentali cambiamenti paradigmatici, uno sociale e uno tecnologico. Una generazione che ancora fatica a trovare una dimensione storica. Esiliati dai simboli ideologici e giunti ai linguaggi tecnologici come adulti con una lingua straniera, i quarantenni di oggi – fra cui si colloca anche Michela Murgia hanno mancato il tempo di ogni rivoluzione; ora abitano il proprio presente con la sensazione di non potervi davvero risiedere, infragiliti da un’instabilità che li costringe a immaginare mondi inespressi, ma senza dimenticare due urgenze primarie: sopravvivere e restare visibili.

Ma – si domanda l’autrice – quale mondo avremmo costruito se avessimo avuto la percezione di poterlo fare? Quali cose, col senno di mezzo di chi nasce mediano, avremmo voluto migliori? Quale cambiamento avremmo generato se non avessimo avuto la sensazione di essere arrivati così dopo o così prima di tutti gli altri?

Michela Murgia, si mostra convinta che non ci siano colpe del passato, né pesi del presente, che esimano dal prendersi la responsabilità di sognare il futuro e ricorda ai lettori che è “attraverso le lotte dei deboli che le società cambiano e crescono, perché i forti non hanno interesse alcuno a modificare lo stato delle cose”.

L’INCONTRO AL FESTIVALETTERATURA DI MANTOVA – Venerdì 9 settembre, ore 20.30, presso Tenda Sordello, incontro con Michela Murgia su “Quarantenni: ritorno al futuro”;

Murgia

LEGGI ANCHE – “Chirù”: la prima “lezione” del nuovo romanzo di Michela Murgia

Commenti