Quali sono i film, le serie tv e gli anime tratti dal mondo del fumetto che vedremo nel corso del 2022? Dai cinecomics americani, come le storie di Marvel e DC, passando per gli adattamenti dei graphic novel, senza dimenticare gli anime tratti dai manga giapponesi, ecco una selezione delle nuove produzioni più attese e interessanti, per il grande e il piccolo schermo – Lo speciale

Negli ultimi anni stiamo assistendo a una vera e propria conquista del grande e del piccolo schermo da parte del mondo dei fumetti.

I cinecomics sono ormai campioni di incassi fissi al botteghino (certo, al netto delle difficoltà che in tutto il mondo vivono le sale in tempi di pandemia), e le principali piattaforme di streaming hanno moltiplicato la produzione di film, serie tv, live-action, serie animate e anime (neologismo nato in Giappone e ormai diffuso in tutto il mondo come abbreviazione di animation) tratti da fumetti, graphic novel e manga.

I supereroi rimangono spesso in testa, per l’importanza di produttori e cast, ma anche e soprattutto per la longevità della fonte da cui attingere: nonostante decenni fitti di produzioni spesso campioni di incassi, dal primo Superman di Richard Donner del 1978, passando per l’iconico Batman di Tim Barton e arrivando agli Avengers attuali, Marvel e DC possiedono infatti oltre 80 anni di storia editoriale alle spalle.

Supereroi e comics americani, dunque, ma non solo: una fetta importante del vastissimo catalogo di piattaforme streaming come Netflix e Amazon Prime Video è dedicata interamente agli anime, film e serie tratti dai manga, i fumetti giapponesi (protagonisti anche in libreria, negli ultimi anni).

Quella che vi proponiamo qui di seguito è una selezione (che non ha la pretesa di essere definitiva e non stilata in ordine di importanza) di alcuni dei titoli più attesi e più interessanti in uscita nel corso del 2022 che si ispirano alla nona arte, tra nuovi capitoli, nuove stagioni e novità assolute: in alcuni casi è già stato deciso e programmato tutto, in altri possiamo solo darvi anticipazioni, dato che le produzioni risentono tuttora di inevitabili ritardi e slittamenti dovuti alla pandemia da Covid-19.

Film e serie tv tratti da fumetti

Marvel

Partiamo da chi negli ultimi anni sta quasi monopolizzando l’intero panorama: il Marvel Cinematic Universe, MCU per tutti, ovvero film, serie tv, serie animate e cortometraggi prodotti dai Marvel Studios e basati sul vasto mondo della Marvel Comics.

Scaffale fumetti Marvel comics

Lo studio dal 2009 è parte dei The Walt Disney Studios, per questo tutte le serie che vi segnaleremo saranno fruibili sulla piattaforma Disney+, come d’altronde i film, dopo un certo lasso di tempo trascorso dall’uscita nelle sale cinematografiche.

Dopo quanto accaduto in Spider-Man: No Way Home, l’attesa per il nuovo capitolo cinematografico dedicato a Doctor Strange è salita vertiginosamente: l'(ex?) Stregone Supremo, interpretato da Benedict Cumberbatch e aiutato da Wanda Maximoff (Elizabeth Olsen), sarà il protagonista di Doctor Strange nel Multiverso della Follia, il primo film Marvel di questo 2022, diretto da Sam Raimi e nelle sale italiane dal 4 maggio.

Il 6 luglio 2022 sarà la volta di Thor: Love and Thunder, il quarto capitolo (è il primo supereroe a raggiungere questo traguardo) dedicato al Dio del Tuono. Alla regia e alla scenografia torna Taika Waititi, mentre ad affiancare Chris Hemsworth (Thor) potremo rivedere Natalie Portman che, dopo una lunga assenza dal MCU, torna ad interpretare Jane Foster.

In Avengers: Endgame abbiamo visto il figlio di Odino combattere per salvare l’universo, e dopo la battaglia lo abbiamo lasciato in procinto di volare nello spazio insieme ai Guardiani della Galassia. Sulla trama di questo (ultimo) film dedicato all’asgardiano non si sa ancora molto, ma dalle indiscrezioni sembra che Jane Foster, alle prese con il cancro, prenda i panni del Potente Thor (ispirandosi ai fumetti di Jason Aaron), ottenendo poteri sovraumani grazie all’aiuto del martello di Thor, Mjolnir.

copertina di La potente Thor di Jason Aaron

Il Wakanda tornerà al cinema nonostante la tragica e prematura morte dell’attore Chadwick Boseman, protagonista del primo film dedicato a Black Panther. Ryan Coogler sarà il regista di Black Panther: Wakanda Forever, al cinema l’11 novembre e con Letitia Wright, Lupita Nyong’o, Winston Duke, Angela Bassett e Martin Freeman che riprendono i rispetti ruoli, mentre Tenoch Huerta entrerà a far parte del cast come villain.

Black Panther Wakanda Forever premiere

Il Premio Oscar Jared Leto interpreta il Dr. Michael Morbius, un biochimico che, dopo un fallito trattamento sperimentale per curare una rara e mortale malattia del sangue di cui soffre, si trasforma in un vampiro. Morbius appare nei fumetti inizialmente come avversario di Spider-Man (creato da Roy Thomas e Gil Kane su Amazing Spider-Man n. 101 dell’ottobre 1971), per poi diventare, dopo uno scontro con Blade, una sorta di antieroe, il così detto “vampiro vivente”. Il film, diretto da Daniel Espinosa, è una coproduzione tra Marvel Studios e Sony e arriverà nelle sale italiane il 31 marzo (distribuito nel nostro Paese da Warner Bros.).

Per quanto riguarda l’animazione, dopo quattro anni di attesa, a ottobre torneranno le avventure di Miles Morales, Gwen Stacy e Miguel O’Hara (Spider-Man 2099) in Spider-Man: Across the Spider-Verse, sequel del film di successo Spider-Man: Into the Spider-Verse (vincitore dell’Oscar per il miglior film d’animazione nel 2019). Il sequel, diretto da Joaquim Dos Santo, Kemp Powers e Justin K. Thompson, verrà diviso in due parti: se potremo apprezzare già dal 7 ottobre le avventure del nostro amichevole Spider-Man di quartiere, dovremo aspettare il 2023 per vedere la conclusione, anche se, a detta dei registi, non bisognerà attendere a lungo per la seconda parte.

Non abbiamo una data, ma verosimilmente a fine dicembre, vedremo su Disney+ lo speciale di Natale dei Guardiani della Galassia. Più un mediometraggio che un lungometraggio, lo speciale sarà diretto da James Gunn, e il cast sarà al completo: Chris Pratt (Peter Quill/Starlord), Zoe Saldaña (Gamora), Dave Bautista (Drax), Vin Diesel (Groot), Bradley Cooper (Rocket Raccoon), Karen Gillan (Nebula) e Pom Klementieff (Mantis).

Per quanto riguarda le serie tv, il 2021 è stato un anno prolifico e fondamentale in casa Marvel: WandaVision, Loki, What If… e Hawkeye hanno introdotto una nuova era, e il 2022 promette di essere ancora più elettrizzante. Cinque i titoli calendarizzati ufficialmente: Miss Marvel, Moon Knight, She-Hulk, Secret Invasion e I Am Groot, anche se non ci sono ancora date ufficiali.

L’esordiente Iman Vellani interpreta il ruolo della prima supereroina musulmana del mondo Marvel: Kamala Khan, appassionata di supereroi e con una particolare ossessione per Captain Marvel, è una ragazza di Jersey City timida e spaesata che scopre di avere il potere di cambiare forma. La serie Miss Marvel è sviluppata da Bisha K. Ali, con Adil El Arbi e Bilall Fallah alla regia e Freddy Syborn alla sceneggiatura.

Jennifer Walters, interpretata da Tatiana Maslany, è un’avvocata difensiva specializzata in legge superumana. Una serie di avvenimenti e un tragico incidente porteranno il cugino Bruce Banner/Hulk (interpretato da Mark Ruffalo come in Avengers) ad effettuare su di lei una trasfusione del proprio sangue per salvarle la vita. Questo episodio e il passaggio dei raggi gamma dal sangue di Bruce a quello di Jennifer, porteranno alla nascita di She-Hulk. Parlando della serie, il produttore esecutivo Kevin Feige ha utilizzato l’espressione “legal comedy”, aggiungendo che gli episodi dureranno circa mezz’ora ciascuno.

Una delle serie più interessanti e attese (in 4 giorni dal rilascio il trailer ha raggiunto su Youtube i 24 milioni di visualizzazioni, un record) in uscita su Disney+ il 30 marzo, è sicuramente Moon Knight. Oscar Isaac (Poe Dameron nell’ultima trilogia di Star Wars, rimanendo in casa Disney) interpreterà Marc Spector, un ex agente della CIA con disturbo dissociativo dell’identità. Recatosi in Sudan presso uno scavo archeologico scopre un tempio devoto al dio egizio Khonshu, il Signore della Luna e Dio della Vendetta. Morto e riportato in vita dallo stesso Dio, Spector diventa il super guerriero Moon Knight. Lo scrittore-regista egiziano Mohamed Diab dirigerà la serie in sei episodi, mentre è stato confermato Ethan Hawke come villain (Dracula o Shadow Knight?).

Samuel L. Jackson e Ben Mendelsohn saranno i protagonisti di Secret Invasion, (crossover a fumetti di Brian Michael Bendis pubblicato tra l’aprile e il novembre 2008, edito in Italia da Panini Comics) nei panni rispettivamente di Nick Fury e Talos. L’inedita coppia, diretta da Thomas Bezucha e Ali Selim, dovrà affrontare una fazione di Skrull, alieni mutaforma, infiltrata sulla Terra da anni.

I Am Groot sarà una serie di cortometraggi animati, con Kirsten Lepore come regista, che saranno disponibili solo in streaming su Disney+ e che vedranno come protagonista Baby Groot (Vin Diesel). Non si sa nulla sulla data di uscita ma si ipotizza la fine dell’anno, sicuramente prima di Guardiani della Galassia vol.3, previsto invece per il 2023.

DC

Passando al mondo della DC non possiamo non partire dal film più atteso dell’anno: The Batman. Realizzato da Warner Bros. e diretto da Matt Reeves, il nuovo film sul Cavaliere Oscuro, in uscita al cinema il 3 marzo, vedrà Robert Pattinson vestire i costosi (doppi) panni del miliardario Bruce Wayne e di Batman. Nel cast sono stati annunciati Zoë Kravitz (Selina Kyle/Catwoman), Andy Serkis (Alfred), Colin Farrell (Pinguino), Paul Dano (Enigmista) e Jeffrey Wright (commissario Gordon).
La trama sembra essere basata sulle capacità investigative di Batman, alle prese con un Enigmista intento a scombinare il già traballante equilibrio di una cupa e corrotta Gotham, in un’interpretazione da parte del regista decisamente dark e cruda.

Diretto da Jaume Collet-Serra, farà il suo esordio sul grande schermo Black Adam (undicesimo film dell’Universo Esteso DC), con Dwayne “The Rock” Johnson nel ruolo del protagonista, oltre ad Aldis Hodge (Hawkman), Quintessa Swindell (Cyclone), Noah Centineo (Atom Smasher) e Pierce Brosnan (Doctor Fate). Black Adam, Creato nel 1945 da Otto Binder e C.C. Beck come controparte oscura di Shazam nei fumetti, è un guerriero antico dotato di immensi poteri paragonabili a quelli di Superman. Il film, inizialmente fissato per il 22 dicembre 2021, è stato rimandato a causa della pandemia di COVID-19 e verrà distribuito nelle sale cinematografiche a partire dal 29 luglio 2022.

Nel mondo del fumetto anche la DC, al pari della Marvel, ha sempre avuto nel corso dei decenni al centro delle sue storie il concetto del multiverso e dei viaggi temporali. Anche al cinema sembra arrivata (finalmente) l’ora di introdurre questo tanto complicato quanto spettacolare concetto.

Dopo Spider-Man: No Way Home prodotto dalla Casa delle Idee, è il turno del film dedicato a Flash, che vedrà Barry Allen (Ezra Miller, come in The Justice League di Zack Snyder) impegnato in un’avventura nel multiverso DC. Anche in questo caso vedremo diverse versioni del Velocista Scarlatto ma non solo: appariranno sullo schermo sia il Batman interpretato da Michael Keaton nel film di Tim Burton e sia quello decisamente più recente di Ben Affleck.

Il film, diretto da Andy Muschietti e atteso per novembre, è ispirato agli eventi del celebre fumetto Flashpoint (scritto da Geoff Johns e disegnato da Andy Kubert), in cui Barry usa la sua supervelocità per tornare indietro nel tempo e salvare la vita a sua madre, finendo tuttavia per danneggiare tutta la struttura della continuità spazio-tempo del Multiverso.

Aquaman e il Regno Perduto, sequel del film uscito nel 2018 e in uscita a dicembre 2022, sarà nuovamente diretto da James Wan e vedrà il ritorno di Jason Momoa nei panni di Artur Curry/Aquaman. Il protagonista, accompagnato da Mera (Amber Heard), sarà impegnato a indagare nel mistero del Regno Perduto, già brevemente citato nel primo film. Si unirà a lui in questa impresa suo fratello Orm (Patrick Wilson), il precedente re di Atlantide, ora in una prigione di massima sicurezza situata nel deserto.

Le produzioni firmate DC sono note per le ambientazioni cupe e per le trame spesso oscure, ma per chi abbia voglia di qualcosa di decisamente più leggero a maggio esce DC League of Super Pets, un film animato che vedrà come protagonista una squadra di animali con superpoteri. La Justice League è stata eliminata, e il destino del mondo è nelle mani (o meglio nelle zampe) di questo simpatico gruppo di superanimali, capitanati dal Krypto, il supercane di Superman.

La serie tv Pacemaker, composta da 8 episodi e che esordisce negli Stati Uniti il 13 gennaio, ripercorre le origini del personaggio che abbiamo conosciuto in The Suicide Squad – Missione suicida, alla fine del quale Peacemaker (interpretato da John Cena) viene mostrato in ospedale, dopo aver scampato miracolosamente la morte. La serie, prodotta da HBO Max, è diretta dallo stesso regista di The Suicide Squad, James Gunn.

Quasi al pari di The Batman, c’è tanta attesa e curiosità per vedere il primo adattamento dedicato a Sandman. Il celebre e amatissimo fumetto di Neil Gaiman (definito all’unanimità un classico del genere e una lettura imprescindibile per gli amanti della nona arte) diventerà una serie tv divisa in 11 episodi, sviluppata da Allan Heinberg e da lui prodotta insieme allo stesso Gaiman e a David Goyer. Come nel fumetto originale la storia racconta ciò che accade dopo che Morfeo viene rapito dal suo reame e privato degli artefatti magici per lunghi decenni. Nella serie, in uscita su Netflix nel corso del 2022, vedremo Tom Sturridge nei panni di Sogno (Morfeo).

Sempre nel corso del 2022 è stata annunciata da Netflix la quarta stagione di Titans. La serie segue le vicende di questo gruppo di giovani, in alcuni casi giovanissimi, supereroi capitanati da Dick Grayson, il primo Robin che, tolte le vesti del Ragazzo Meraviglia e allontanatosi da Bruce Wayne e Gotham, si mette in proprio diventando nel corso del tempo Nightwing. Dopo aver affrontato i fantasmi del passato nella terza stagione, e in particolar modo Red Hood, in questa dovrebbe comparire Ra’s al Ghul come villain, più volte citato negli ultimi episodi.

Serie tv Titans DC Netflix

Arrivato in sordina e quasi a sorpresa, il primo capitolo di Sweet Tooth, distribuito da Netflix e basato sull’omonimo fumetto di Jeff Lemire (pubblicato tra il 2009 e il 2012 dalla DC Comics per l’etichetta Vertigo), ha debuttato lo scorso giugno, riscuotendo un enorme successo negli USA e raggiungendo per un periodo la top ten delle serie TV più viste in Italia sulla piattaforma. C’è particolare interesse quindi per la seconda stagione che è stata confermata e che dovrebbe uscire nel corso dell’anno.

locandina sweet tooht netflix

Altri

Dopo l’annuncio avvenuto durante il Lucca Comics and Games 2019, nel corso del 2022 potremo finalmente vedere il primo adattamento di Dampyr (personaggio creato nel 2000 da Mauro Boselli e Maurizio Colombo), che avrà per protagonisti il cacciatore di vampiri Harlan Draka e i suoi compagni d’avventure Emil Kurjak e Tesla. Dopo l’uscita nel dicembre scorso dell’adattamento cinematografico di Diabolik ad opera dei Manetti Bros., è ora dunque il turno di un altro classico del fumetto italiano.

Il film, distribuito da Eagle Pictures, sarà diretto da Riccardo Chemello e nel cast sono stati annunciati Wade Briggs (Harlan), Stuart Martin, Frida Gustavsson, Sebastian Croft, David Morrissey e Luke Roberts. Sergio Bonelli Editore sancisce così l’inizio del suo universo cinematografico, un vero e proprio Bonelli Cinematic Universe.

Dampyr Bonelli

Dall’acclamata serie a fumetti The Old Guard (Image Comics), sceneggiata da Greg Rucka e disegnata da Leandro Fernandez, nel 2020 Netflix ha tratto il film omonimo, per la regia di Gina Prince-Bythewood e con protagonista Charlize Theron (tra i personaggi principali anche Luca Marinelli nei panni di Nicky).

Aspettando di conoscere la data precisa di uscita di The Old Guard 2 (che dovrebbe uscire entro il 2022), il sequel del film Netflix sul gruppo di mercenari immortali capeggiati da Andy, apprendiamo che c’è un importante cambiamento in regia: a dirigere la pellicola sarà infatti Victoria Mahoney (già regista di seconda unità al fianco di J.J. Abrams in Star Wars: L’ascesa di Skywalker), che succede alla collega Gina Prince-Bythewood.

Locandina the old guard 2

Tra i film tratti dai fumetti più curiosi c’è sicuramente Slumberland, disponibile in streaming nel corso del 2022 su Netflix. Jason Momoa (già Aquaman nell’universo DC) interpreterà il clown Flip Flap, protagonista della striscia Il piccolo Nemo in Slumberland di Winsor McCay, grande classico dei primi del Novecento. La regia è affidata a Francis Lawrence, mentre della sceneggiatura si sono occupati David Guion e Michael Handelman.

Tavola dal fumetto Little Nemo in Sumberland

Dopo aver scongiurato la fine del mondo nel 1963, e dopo aver appreso come è stata cambiata la loro linea temporale, i ragazzi della Umbrella Academy scoprono che Sir Reginald, loro padre, è ancora vivo e ora guida la Sparrow Academy, insieme a Ben, anch’egli ancora vivo, che ricopre la posizione di Sparrow Numero Due. La terza stagione di The Umbrella Academy, tratta dall’omonimo fumetto scritto da Gerard Way (cantante dei My Chemical Romance) e disegnato da Gabriel Bá per la Dark Horse Comics, sarà disponibile su Netflix nel corso dell’anno.

umbrella academy netflix

Il 3 giugno sarà la volta dell’attesissima terza stagione di The Boys, ideata da Eric Kripke, Seth Rogen e Evan Goldberg. Saranno subito disponibili i primi tre episodi su Prime Video, mentre gli altri saranno disponibili ogni venerdì fino a un epico finale di stagione l’8 luglio, per un totale di 8 episodi. L’amatissima serie TV è basata sul fumetto, omonimo, The Boys, da un’idea di Garth Ennis e con i disegni di Darick Robertson.

Arriverà prossimamente sul piccolo schermo anche la serie tv ispirata al mondo di Fumettibrutti, alias Josephine Yole Signorelli, fumettista e attivista classe 1991 che ha esordito nel 2018 con il graphic novel Romanzo esplicito, seguito da P. La mia adolescenza trans e Anestesia, tutti editi da Feltrinelli.

Le tre opere, diventate dei casi editoriali e incentrate sull’importanza di accettare sé stessi nonostante le difficoltà della crescita e dell’integrazione nel mondo circostante, daranno il via a dieci episodi da 30 minuti (che ancora non si sa dove saranno disponibili), coprodotti da Bim e Feltrinelli Originals, diretti da Laura Luchetti e sceneggiati insieme a Luca Giordano, e di cui la stessa autrice sarà consulente.

In arrivo in questo ricco 2022 anche Paper Girls, una serie tv di Prime Video basata sulla serie di fumetti di Brian K. Vaughan, che descrive le avventure di un gruppo di ragazze degli anni Ottanta trascinate in una lotta fra viaggiatori nel tempo. La data di uscita non è ancora stata annunciata, ma si sa che la produzione è stata affidata agli studi Legendary Television e Plan B, e che la serie è stata scritta da Stephany Folsom.

Cover fumetto Paper Girls

Film e serie tv tratti da manga

Tra le novità più promettenti del 2022 in arrivo dal Sol Levante vi è senza ombra di dubbio il prossimo lungometraggio anime di Slam Dunk, annunciato la scorsa estate (una visual promozionale di Slam Dunk – Movie è stata esposta all’Okinawa Arena durante una partita di basket tra due formazioni locali). L’opera di Takehiko Inoue, probabilmente tra i più importanti spokon della storia insieme a Rocky Joe di Asao Takamori, debutterà presto nei cinema giapponesi con questo nuovo film, che vedrà lo stesso Inoue come responsabile della sceneggiatura. L’arrivo nelle sale giapponesi è previsto per questo autunno, per ora si sa solo che lo studio d’animazione responsabile di questo progetto è TOEI Animation.

Visual promo film Slam dunk

Anime Factory (Koch Media Italia) ha annunciato l’arrivo anche in Italia di One Piece Film Red, il nuovo film animato ispirato al manga omonimo scritto e disegnato da Eiichiro Oda ed edito in Italia per Star Comics. L’annuncio è stato effettuato lo scorso novembre, alla conclusione dell’episodio 1000 dell’anime. Il maestro Oda (che ha realizzato il design per Rufy e la sua ciurma) svolgerà il ruolo di produttore esecutivo, Goro Tanigushi sarà il regista e Tsutomu Kuroiwa lo sceneggiatore. L’attesa è alle stelle: basti pensare che il precedente film animato del franchise uscito nell’agosto del 2019 (in Italia proiettato e distribuito sempre da Anime Factory e Koch Media Italia), One Piece Stampede, ha incassato più di 10 miliardi di yen in tutto il mondo.

A proposito di manga shonen che hanno fatto la storia del genere, in uscita in Giappone il 22 aprile 2022 e atteso in Italia per quest’anno, Goku e Vegeta sono pronti per tornare al cinema con Dragon Ball Super: Super Hero. La cosa davvero innovativa è la tecnica di animazione utilizzata: per la prima volta in un film di Dragon Ball è infatti la CGI a farla da padrona. Annunciato in occasione del Jump Festa 2022 attraverso un nuovo trailer, si tratta del 21°film animato (il 2° a confluire nell’era dell’arco narrativo di Dragon Ball Super) con storia, character design e dialoghi di Akira Toriyama, l’autore di uno dei manga più amati e rivoluzionari di sempre, che ha dato il via alla nascita di uno dei generi più seguiti.

Sempre il Jump Festa 2022 ci ha regalato la conferma, con tanto di primo trailer, di Jujutsu Kaisen 0 (in uscita in Giappone la Vigilia di Natale), il film animato che farà da prequel al manga dark fantasy di Gege Akutami (nonostante abbia solo tre anni di pubblicazione, Jujutsu Kaisen ha già venduto ben 60 milioni di copie). L’anime è tratto dal manga prequel Jujutsu Kaisen – Sorcery Fight 0: L’istituto di arti occulte, e la sua produzione è affidata allo Studio MAPPA, che torna sull’anime principale insieme al resto dello staff e del cast.

La prima parte de L’Attacco dei Giganti 4 ha avuto inizio il 7 dicembre 2020 per poi concludersi il 29 marzo 2021, per un totale di 16 episodi. Dopo la conclusione del manga campione di incassi di Hajime Isayama, anche l’adattamento animato volge al termine con la seconda attesissima parte della stagione finale. Al timone della produzione ritroviamo nuovamente lo studio Mappa, che ha prodotto i 12 episodi di questa nuova e ultima fase che completeranno definitivamente la storia di Eren e della guerra tra Eldiani e Marleyani. In Italia l’anime è disponibile sulla piattaforma streaming Crunchyroll in contemporanea con il Giappone, mentre nei prossimi mesi sarà disponibile anche su Netflix (dove e già possibile vedere le precedenti stagioni).

L’uscita della stagione 6 della serie anime di My Hero Academia, ispirata all’omonimo manga in corso di pubblicazione scritto e disegnato da Kohei Horikoshi ed edito in Italia per Star Comics, è fissata per l’autunno del 2022. La storia riprenderà raccontando l’arco narrativo della guerra “Fronte Liberazione Sovrannaturale” tra gli eroi e i villain e la key visual si mostra con i rappresentati delle due fazioni, Deku e Shigaraki pronti a combattere. La serie animata, prodotta da Studio Bones, sarà visibile in Italia in contemporanea col Giappone attraverso la piattaforma streaming on-demand di Crunchyroll.

Dopo anni di attesa e di ripetute smentite, il 2022 è finalmente l’anno di Bleach, che farà il suo ritorno con l’adattamento dell’ultimo arco narrativo del manga, la Guerra Sanguinosa dei Mille Anni, che copre i volumi dal 55 al 74. Questa nuova trasposizione dell’opera di Tite Kubo, che giunge esattamente dieci anni dopo la prematura cancellazione del primo adattamento, sarà disponibile a partire dal 22 ottobre. Ci sarà un importante cambio di regia dietro le quinte: la direzione è adesso affidata al regista Tomohisa Taguchi (che prenderà il posto di Noriyuki Abe, storico regista dei vecchi episodi), mentre ritorna il character design Masashi Kudo.

Chiudiamo questa lunga selezione con Chainsaw Man, edito in Italia per Planet Manga, uno dei manga che ha riscosso più successo negli ultimi anni. Lo studio di animazione Mappa ha annunciato che nel corso del 2022 sarà disponibile anche la serie anime. La regia è affidata a Ryu Nakayama, già conosciuto per i suoi lavori in Jujutsu Kaisen e Black Clover, mentre la sceneggiatura è opera di Hiroshi Seko. La seconda parte del manga, scritto e disegnato da Tatsuki Fujimoto, avrà inizio nel corso delle prime fasi dell’Estate del 2022 con l’arco narrativo scolastico (Gakko-hen).

Libri consigliati