Rory Clements torna in libreria con “Nucleus”, la nuova avventura del professore Tom Wilde. Stavolta dovrà sfruttare la sua amicizia con il fisico Geoff Lancing, per tenere d’occhio gli scienziati del Cavendish, mentre la Seconda Guerra Mondiale è ormai alle porte…

1939. La corsa alla bomba nucleare è già iniziata e la Germania sembra poter arrivare per prima. Tom Wilde sta rientrando dall’America, dove ha incontrato il presidente Roosevelt, che gli ha affidato un compito inaspettato. Il professore deve sfruttare la sua amicizia con il fisico Geoff Lancing per tenere d’occhio gli scienziati del Cavendish, il laboratorio dove stanno lavorando alla scoperta che potrebbe cambiare le sorti del mondo intero e da cui sembrano dipendere gli esiti dell’imminente guerra: la fissione nucleare.

Appena tornato a Cambridge, si ritroverà anche a dover ospitare un fisico di fama internazionale fuggito dal campo di concentramento di Dachau e scoprirà che Lydia, la sua fidanzata, si è recata a Berlino per una pericolosa missione: la ricerca di un ragazzino scomparso durante uno dei Kindertransport organizzati per permettere a bambini ebrei di fuggire dalla Germania in Gran Bretagna e riuscire così a salvarsi.

Dopo Corpus (La corte editore, tradotto da Daniela Di Falco), Rory Clements torna in libreria con Nucleus (La corte editore, traduzione di Marzia Vradini Scusa), con cui  ha conquistato l’Ellis Peters Historical Award, premio per i gialli di ambientazione storica.

Una nuova avventura del professore Tom Wilde che stavolta dovrà scoprire di chi potersi fidare in una cospirazione che va da Cambridge a Berlino e dagli Stati Uniti all’Irlanda.

Commenti