Al via il Salone di Torino, dove, però, nell'anno segnato dalle polemiche su "Mondazzoli", c'è poca voglia di festeggiare (saltate, non a caso, le tradizionali feste di Einaudi ed Rcs, mentre all'ultimo piano del nuovo grattacielo firmato da Renzo Piano la Stampa ha organizzato un atteso evento...). A quanto risulta a ilLibraio.it, la nuova dirigenza Mondadori sta riorganizzando la struttura: starebbe per lasciare il Direttore editoriale Riccardi, mentre ha già lasciato il suo incarico a Segrate il Direttore commerciale Valerio Giuntini. E... - Tutti i dettagli

Dal domani al 18 maggio il mondo dell’editoria si trasferisce, come ogni anno, al Lingotto di Torino, per il Salone del libro. Staremo a vedere se, com’è probabile, quella ai nastri di partenza sarà l’ultima edizione prima dell’avvento di “Mondazzoli”, il colosso editoriale che potrebbe scaturire dall’acquisizione di Rcs Libri da parte di Mondadori (qui il nostro speciale, con tutti i dettagli e i punti di vista sull’assai discussa operazione, ndr).
Ieri l’Ad di Mondadori Ernesto Mauri ha confermato le intenzioni: “Abbiamo ribadito la proposta al nuovo Cda di Rcs. E’ in corso la due diligence. Come sapete, per arrivare a un’offerta vincolante, serve il possesso di alcuni elementi sensibili”. E’ questione di giorni ormai. Senza dimenticare che sarà poi importante capire sia se Rcs riterrà congrua l’offerta, sia cosa deciderà, nel caso, l’Antitrust

LA PREOCCUPAZIONE DI INGE FELTRINELLI – A proposito della crescente tensione per il probabile avvento di “Mondazzoli”, intervistata da ilLibraio.it in occasione dei 60 anni della casa editrice, ieri Inge Feltrinelli si è detta preoccupata per la possibile acquisizione: “Questa vicenda per me resta un mistero… Non vedo alcun vantaggio economico, né tantomeno culturale… Qualche giorno fa ho letto l’appello di Umberto Eco contro l’acquisizione ospitato dalla New York Review Of Books. Sì, sono preoccupata. Anche perché poi in futuro Berlusconi potrebbe vendere tutto a un gruppo straniero”. Non ha dunque certo usato giri di parole…

LASCIANO IL DIRETTORE COMMERCIALE E… – Nel frattempo, sia a Segrate, sia in via Rizzoli, il clima non è sereno. E non potrebbe essere altrimenti: a quanto risulta a ilLibraio.it, Antonio Riccardi starebbe per lasciare la poltrona di Direttore letterario della Mondadori (ancora non sarebbe stato individuato il sostituto), mentre ha lasciato il suo incarico di Direttore commerciale Libri Trade Mondadori Valerio Giuntini. Al suo posto è stato promosso Dario De Giacomo. 

A SEGRATE SI RIORGANIZZA – La nuova dirigenza, composta da Enrico Selva Coddè (in veste di Ad) e Giorgio Cavagnino (Direttore generale area trade di Mondadori Libri Spa), con Gian Arturo Ferrari tornato in veste di vice-presidente, sta infatti riorganizzando la struttura. Una fase senza dubbio delicata, e non è ancora chiaro quali saranno i prossimi passaggi. Quel che è certo è che al Salone i volti saranno ineluttabilmente tesi e i pensieri altrove…

SALTA LA FESTA DI RCS – E a proposito dell’evento al via a Torino, mentre sono confermate i party organizzati da minimum fax e dalla Scuola Holden, quest’anno (guarda caso) è saltato l’appuntamento con la festa di Rcs Libri (sulla terrazza di Eataly), come pure quello con la tradizionale cena Einaudi. Poca voglia di brindare? In compenso, domani, al Circolo dei lettori, dalle 20 appuntamento di festa con il Centro per il libro. E c’è attesa per il grande evento organizzato (sempre domani sera) dalla Stampa all’ultimo piano del grattacielo San Paolo, realizzato da Renzo Piano. Facile supporre quale sarà il tema più gettonato nelle conversazioni tra gli invitati..

LEGGI ANCHE:

Editoria, De Bortoli è il nuovo presidente della Longanesi

Commenti