Con l'introduzione di Ghino Ghinassi, torna in libreria l'opera di consultazione "Storia della lingua italiana", scritta dal primo professore di questa materia, Bruno Migliorini

Torna in libreria, pubblicata da Bompiani con l’introduzione di Ghino GhinassiStoria della lingua italiana, un testo fondamentale, firmato da Bruno Migliorini, scomparso a Firenze nel 2004. Non solo un’opera di consultazione, ma la prima storia della lingua italiana a tener conto dei fattori sociali, oltre a quelli geografici e temporali. Un’analisi evolutiva dell’italiano, per conoscere in maniera approfondita la lingua, non solo dal punto di vista grammaticale.

Migliorini (1896-1975) è stato il primo professore di Storia della lingua italiana, nel 1938. Da lui questa disciplina ha ricevuto un importante contributo metodologico, oltre che un decisivo impulso divulgativo. Nel suo Storia della lingua italiana, seguendo un ampio arco cronologico, che va dalla nascita del volgare fino al Novecento, Migliorini indaga i rapporti tra lingua parlata e lingua scritta, la coesistenza di dialetti regionali e lingua nazionale, i rapporti di scambio tra l’italiano e gli idiomi stranieri.

Nella nuova edizione la consultazione è resa più agevole grazie all’indice di tutti i termini presi in considerazione.

Commenti