"Virus" di Slavoj Žižek è un progetto in divenire: già disponibile in versione ebook, per chi lo acquista sarà possibile scaricare gli aggiornamenti che conterranno i prossimi interventi del celebre filosofo, che in questo libro riflette sull'emergenza Covid-19 e sui cambiamenti che questa comporta (e comporterà) alla nostra società

Slavoj Žižek, autore prolifico e tra i filosofi più celebri dell’epoca contemporanea, è al lavoro su Virus, libro in cui riflette sul cambiamento della vita umana al tempo dell’emergenza Covid-19. La particolarità del libro, la cui versione ebook è già disponibile negli store online, è che sarà aggiornato da Žižek in tempo reale: chi lo acquista potrà poi scaricare gratuitamente gli aggiornamenti che conterranno i nuovi interventi dell’autore.

Slavoj Žižek Virus

Un progetto in divenire, in cui il filosofo segue giorno per giorno la crisi pandemica, che sta radicalmente modificando l’esistenza degli individui, i rapporti fra popolo e Stato, le relazioni internazionali. Il libro è pensato per coloro che, per capire meglio il momento che stiamo attraversando, avvertono il bisogno di un punto di osservazione più ampio che rifletta sui cambiamenti al di là del livello della cronaca e dell’informazione scientifica.

Il punto di vista di Žižek sull’argomento non manca di aspetti ottimisti: “Magari si propagherà un virus ideologico diverso e molto più benefico, e che ci infetti c’è solo da augurarselo: un virus che ci faccia immaginare una società alternativa, una società che vada oltre lo Stato-nazione e si realizzi nella forma della solidarietà globale e della cooperazione”.

Slavoj Žižek è autore di moltissime opere, tra le quali troviamo Benvenuti nel deserto del reale (Meltemi, 2002), Tredici volte Lenin (Feltrinelli, 2003), Il soggetto scabroso (Raffaello Cortina, 2003), L’epidemia dell’immaginario (Meltemi, 2004), Il cuore perverso del cristianesimo (Meltemi, 2006), Leggere Lacan (Bollati Boringhieri, 2009), Un anno sognato pericolosamente (Ponte alle Grazie), In difesa delle cause perse (Ponte alle Grazie 2013), L’oggetto sublime dell’ideologia (Ponte alle Grazie 2014), Sul teatro musicale. Busoni, Wagner, Mozart, Cajkovskij, Janacek (2014 Orthotes), 107 storielle di Zizek (Ponte alle Grazie 2014), Disparità (Ponte alle Grazie 2017), Come un ladro in piena luce (Ponte alle Grazie 2019), L’ incontinenza del vuoto (Ponte alle Grazie 2019).

 

Commenti