Durante il discorso per la cerimonia di laurea ad Harvard, J. K. Rowling ha raccontato dell'importanza dei fallimenti e dell'immaginazione, nella vita come nella scrittura. L'autrice di Harry Potter ha raccolto gli spunti e i temi nel volume illustrato "Buona vita a tutti. I benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione"...

In occasione del discorso per la cerimonia di laurea di Harvard, che ha visto protagonista J. K. Rowling, la scrittrice ha scelto due temi che le stanno molto a cuore: i benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione. Da questi spunti di riflessione è nato Buona vita a tutti. I benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione (Salani, traduzione di Guido Calza) che alterna le parole dell’autrice alle illustrazioni di Joel Holland, adattate per l’edizione italiana da Andrea “dr Bestia” Cavallini.

“Avere il coraggio di fallire – ha detto Rowling – è fondamentale per una buona vita, proprio come ogni altro traguardo considerato di successo. Immaginare se stessi al posto degli altri, soprattutto dei meno fortunati, è una capacità unica dell’essere umano e va coltivata a ogni costo”.

Lei che, non l’ha mai nascosto, ha vissuto momenti molto difficili, invita il lettore – anche con domande provocatorie – alla riflessione su cosa veramente significhi vivere una “buona vita”. Sposata molto giovane, divorziata l’anno successivo, una bambina a carico, la depressione e il conseguente rifugio nella scrittura: Buona vita a tutti è un libro che contiene saggezza, umanità e umorismo, ricco di ispirazione per tutti coloro che si trovano in un momento di svolta della propria esistenza.

J. K. Rowling, autrice di culto che ha avvicinato alla lettura milioni di ragazzi – e, perché no, di adulti -, ha dato vita alla saga di Harry Potter, tradotta in settantanove lingue e trasposta in otto film di successo planetario, e che è pubblicata in Italia da Salani. Ha espanso il mondo di Hogwarts in tre libri, il cui ricavato è andato in beneficenza:  Il Quidditch attraverso i secoliGli Animali Fantastici: dove trovarli (a sostegno di Comic Relief e Lumos, l’organizzazione benefica a cui presiede) e Le Fiabe di Beda il Bardo (a sostegno di Lumos). È co-autrice dell’opera teatrale Harry Potter e la Maledizione dell’Erede e dello script del film Animali Fantastici e dove trovarli. Sotto lo pseudonimo di Robert Galbraith ha scritto una serie di gialli, e ha pubblicato anche un romanzo per adulti, Il seggio vacante.

Un invito a imparare a osare e ad aprirsi alle opportunità, e noi lo diciamo insieme all’autrice: buona vita a tutti.

 

(Visited 781 times, 784 visits today)

Commenti