A quanto risulta a ilLibraio.it, Giulia Ichino, a lungo al fianco di Antonio Franchini in Mondadori, lascia Segrate e lo segue in Giunti... - I particolari

Era il 2000 quando, allora studentessa di lettere in Statale, a Milano, Giulia Ichino, oggi 37enne, iniziò a collaborare con Mondadori Libri (lo raccontò in quest’intervista del 2010). Assunta nel 2002, nel 2010 la figlia del giuslavorista Pietro era diventata responsabile della narrativa italiana. La novità, a quanto risulta a ilLibraio.it, è che l’editor (attualmente alle soglie di un congedo per maternità) lascia Segrate per passare in Giunti, dove di recente è approdato anche un altro ex mondadoriano, Antonio Franchini (qui i dettagli, ndr).

Nel frattempo, con una lettera a Il Foglio Marina Berlusconi ha risposto alle polemiche seguite al recente addio a Bompiani da parte di Elisabetta Sgarbi.

Restando a Segrate, e in attesa che l’Antitrust nei primi mesi del 2016 dica la sua sulla discussa acquisizione di Rcs Libri da parte di Mondadori, dopo la partenza di Franchini, come abbiamo svelato nelle scorse settimane Enrico Selva Coddè ha riorganizzato la squadra, puntando sui giovani: solo per restare alla narrativa italiana, ora a occuparsene è Carlo Carabba.

AGGIORNAMENTO:

“Tutti gli accadimenti di questi ultimi giorni anticipano un lancio ulteriore delle nostre collane di narrativa. Siamo giunti a un punto di svolta e il progetto che ci proponiamo è dichiaratamente ambizioso: libri di qualità e di intrattenimento per un pubblico vasto”. Beatrice Fini, Direttore Editoriale di Giunti, commenta così, all’indomani dei nuovi ingressi in casa editrice di Giulia Ichino, già editor di Mondadori, e Jacopo Guerriero, già responsabile dell’ufficio stampa di diversi marchi editoriali, il positivo moltiplicarsi di voci intorno alla casa editrice fiorentina.

LEGGI ANCHE – Giunti, cosa cambia con l’arrivo di Franchini. Intervista de ilLibraio.it a Beatrice Fini

Commenti