Se c’è un format che non tramonta è quello della posta del cuore. Accanto a giornalisti e scrittori che rispondono ai dubbi di lettrici e lettori su quotidiani, settimanali e siti online, si posizionano i cosiddetti influencer che, sui social (Instagram in particolare), offrono consigli agli innamorati. Spesso con un approccio diverso da quello "tradizionale"... - L'approfondimento

Quasi niente suscita curiosità come le questioni di cuore: un po’ per l’argomento in sé, un po’ perché si tratta di segreti, confidenze, particolari che fanno venir voglia di scoprire ogni dettaglio della vita degli altri, magari con la speranza riuscire a fare chiarezza nella propria. In fondo, quando si parla d’amore, quello che tutti cercano sono esperienze, punti di vista, consigli.

Per questo esistono da tempo immemore le leggendarie poste del cuore: luoghi dove chiunque, quasi sempre in forma anonima, può chiedere aiuto sui problemi amorosi. Dalle crisi matrimoniali alle crush estive: le poste del cuore sono da sempre zone protette, perché danno importanza a qualsiasi dubbio, anche a quello più paranoico e banale, partendo dal presupposto che, in amore, tutte le sofferenze hanno una loro dignità.

Ci sono le rubriche storiche, come quella del Venerdì tenuta dalla giornalista Natalia AspesiQuestioni di cuore, che uscì per la prima volta il 9 ottobre del 1992. E ancora quella di Carlo Rossella su Chi, quella di Massimo Gramellini (ora sul settimanale 7 del Corriere), quella di Barbara Alberti su Gioia!, quella più recente di Ester Viola su Vanity Fair.

Insomma: se c’è un format che non tramonta è quello della posta del cuore. Perché per quanto se ne possa dire, anche con il passare degli anni, l’amore rimane sempre lo stesso. Certo, cambiano gli strumenti per conoscersi, i mezzi per comunicare, i tempi e gli stili di vita. Cambiano, di conseguenza, anche le piattaforme di discussione: accanto a giornalisti e scrittori su quotidiani e siti online, si posizionano i cosiddetti influencer che, sui social, rispondono alle domande degli innamorati.

Sono tanti. Alcuni lo fanno solo sporadicamente, altri, invece, si dedicano alla causa con più costanza. Si tratta per la maggior parte di donne e ragazze, che oltre a parlare della propria vita e a dare consigli di estetica e moda, si occupano anche di dispensare saggezza in materia sentimentale. 

In Italia, tra i vari i nomi spicca quello di Giulia Torelli, conosciuta come Rock’n’fiocc (circa 31mila follower). Ironica, tagliente e amante del rosa: uno degli argomenti preferiti di Toro è proprio l’amore, soprattutto in relazione alle app di dating (dove ha conosciuto il suo attuale fidanzato). Come ci si comporta con un ex che non molla la presa? Come riconquistare il ragazzo che ci piace e che non ci fila minimamente? Come trovare l’anima gemella su Tinder?

posta del cuore

Le utenti le rivolgono domande nelle storie, attraverso il classico box “fammi una domanda”, e lei risponde con video o commenti. I suoi consigli sono rapidi e incisivi (la risposta viene data nell’arco di una storia – quindi di quindici secondi), spesso spronano le ragazze a vivere le questioni con leggerezza, a divertirsi e a pensare di più a loro stesse. In fondo,la tanto discussa emancipazione femminile non passa anche da queste piccole cose?

posta del cuore

Inoltre Rock’n’fioc vive anche su un blog (in realtà tutto è cominciato proprio da lì), dove si possono leggere anche i suoi articoli su moda, design, film, libri e altro.

C’è poi Cronache di una bionda (circa 25mila follower), una “bionda psicoterapeuta” (come si legge nella sua bio di Instagram), che più che rispondere alle “lettere” amorose di chi la segue, parla in generale di alcuni dei più frequenti argomenti in fatto di relazioni: infatuazione, innamoramento, crisi di coppia, rifiuto, perdono, tradimento. La particolarità di Cronache di una bionda è il tono: non ci troviamo più davanti a un’amica che esprime la sua personale opinione, bensì davanti a una psicologa (pur sempre amichevole e alla mano) che spiega e analizza alcune dinamiche sentimentali. 

posta del cuore

Per chi invece ha voglia di qualcuno che si focalizzi principalmente su quella che sembra essere la maledizione e la benedizione di questi tempi, Tinder, c’è Match and the city (circa 9mila follower). La pagina Instagram (così come quella Facebook e il blog) è gestita da Marvi Santamaria, che su Querty tiene anche un podcast in cui commenta note vocali di donne che raccontano storie di sessualità e dating.

Commenti