Da "La vera storia del Pirata Long John" di Björn Larsson a "Un indovino mi disse" di Tiziano Terzani... Scopri i libri preferiti da Saturnino, il bassista di Jovanotti. Che, tra l'altro, arriva in libreria con l'autobiografia "Testa di basso"

E’ appena uscito Lorenzo 2015 CC, il nuovo album dell’instancabile Lorenzo “Jovanotti” Cherubini. Nel frattempo, la sua spalla Saturnino, “testa di basso” della band, pubblica un libro: Testa di basso – Le meravigliose avventure di Saturnino Celani (in uscita il 12 marzo per Salani) dove, insieme al giornalista Massimo Poggini, racconta la sua vita in tour, i personaggi del rock con cui ha condiviso la long way to the top (citazione dagli ACDC ndr), i retroscena dello showbiz, gli aneddoti della vita in tour, e lo fa con la sua classica personalità esuberante e ironica.

Saturnino

Saturnino, tra le altre cose, è anche un grande lettore (è uno dei testimonial di #Ioleggoperché), e regala ai lettori de IlLibraio.it i titoli degli 8 libri che porta con sè in tour…

1. Elogio della fuga di Henri Laborit (Mondadori)
Ho scoperto questo libro per caso perché era rimasto nel mio appartamento quando la mia ex se ne è andata. Il titolo mi ha incuriosito e ho iniziato a leggerlo; mi ha colpito così tanto che, in seguito, l’ho consigliato a tutti i ragazzi che hanno frequentato i miei workshop.
E ricordiamo che una ex è per sempre…

2. Frammenti di un insegnamento sconosciuto di P. D. Uspenskij (Astrolabio Ubaldini)
Scritto dal discepolo di Gurdjieff, l’ho scoperto mentre suonavo con Battiato: Lorenzo lo stava leggendo un giorno in camerino e, sapendo che avrei visto Battiato, mi ha chiesto di fargli sapere che lo aveva apprezzato. Per curiosità l’ho preso in mano e ne sono rimasto affascinato; ho così scoperto da dove è nata la canzone Cerco un centro di gravità permanente di Battiato.

3. Il contrabbasso di Patrick Süskind (Tea)
Ho incontrato Luigi Spagnol, mio caro amico e book advisor, che poi sarebbe diventato il mio editore, e gli ho raccontato di aver apprezzato particolarmente il romanzo di Patrick Süskind Il profumo, allora lui mi ha consigliato di leggere anche Il contrabbasso, un monologo teatrale che ho trovato meraviglioso: racconta la storia d’amore tra un contrabbasso e il primo violino, una donna, di un’orchestra.

4. Un indovino mi disse di Tiziano Terzani (Longanesi)
Ho avuto la fortuna di incontrare Terzani, una figura che mi ha molto colpito; ho voluto così approfondire la conoscenza della sua personalità attraverso i suoi libri e sono partito da questo: tra le cose che questo autore mi ha svelato c’è il segreto per un matrimonio duraturo; alternare grandi presenze a grandi assenze.

5. La vera storia del pirata Long John Silver di Björn Larsson (Iperborea)
Questo libro è stato consigliato da Fabio Fazio a Jovanotti quando eravamo in camerino prima di entrare in studio: mi è piaciuto molto un passaggio in cui viene consigliato a uno dei personaggi di indossare i guanti per mimetizzarsi meglio e non essere scambiato per un marinaio che ha le mani rovinate a causa del suo mestiere. Ho notato un parallelismo con la mia esperienza: io suono con le mani, vado anche in moto e svolgo altre attività sportive che rischierebbero di rovinarle, così indosso spesso i guanti, proprio come il protagonista del romanzo.

6. Lotta e sorridi di Francesca Fedeli (Sperling & Kupfer)
Mi trovavo a New York in tour e ho incontrato due cari amici che mi hanno raccontato la storia del loro bambino colpito da un ictus appena nato e il cui cervello aveva subito seri danni. Sembravano non esserci cure, ma loro, scoprendo l’esistenza dei neuroni specchio, sono riusciti a inventarsene una, un po’ come è accaduto ne L’olio di Lorenzo; è nato così questo libro e ho accettato di scriverne la prefazione per far conoscere la loro vicenda e dare speranza a chi si trova in situazioni simili.
Anche io da piccolo sono stato a lungo malato a causa di un incidente stradale, come racconto nel mio libro, e mi ha fatto piacere poter essere loro vicino.

7. Chitarra zen di Philip Toshio Sudo (Xenia)
Consiglio questo libro, che raccoglie una serie di interviste ad alcuni dei più grandi compositori e musicisti del mondo, a chi ama la musica in tutte le sue sfumature. A me è piaciuto perché l’autore ha saputo far emergere la parte più spontanea, istintiva e vera di queste personalità.

8. Viaggio al centro della terra di Jules Verne (Nord-Sud Edizioni)
Questo è un libro che ho amato molto fin da piccolo e che spesso rileggo: parla di sogni, avventure e viaggi e ha il potere di rallegrarmi nei momenti tristi.

LEGGI ANCHE:

4 cose da sapere su Pharrell Williams “scrittore” (ora anche per bambini)

Il libro che un bassista deve assolutamente leggere

 

Commenti