Ecco le prime “Classifiche di qualità” (riferite ai libri usciti tra il 1 ottobre 2019 e il 31 gennaio 2020) del nuovo anno. Nella sezione narrativa si impongono Marta Barone, Sandro Veronesi, Giorgio Fontana, Leonardo Luccone e Cristò. Nella saggistica Roberto Calasso, nella poesia Mariangela Gualtieri e nel fumetto ( categoria istituita quest'anno) Gipi... - I particolari

Torna l’appuntamento con le “Classifiche di qualità” della rivista L’Indiscreto che, dall’anno scorso, ha deciso di riproporre l’iniziativa, istituita nel 2009 dal festival Pordenonelegge e dal premio Dedalus, dopo che si era chiusa nel 2013.

Le classifiche vengono stilate tre volte l’anno, a metà dei mesi di febbraio, maggio e ottobre, e si esprimono in merito ai migliori libri italiani del periodo immediatamente precedente. Ma quest’anno non mancano le novità: accanto alle tradizionali categorie “Narrativa“, “Poesia” e “Saggistica“, compare anche “Fumetto“.

A votare, un totale di 600 giurati, tra critici, scrittrici, scrittori, riviste letterarie, librerie indipendenti, giornalisti culturali, editor e altri addetti ai lavori: “grandi lettori” che propongono le loro classifiche alternative a quelle di vendita, sulla base di una valutazione qualitativa. Vanni Santoni, in quanto coordinatore delle Classifiche, ha messo fuori competizione il suo romanzo Gli interessi in comune, ripubblicato da Laterza nell’ottobre 2019.

Ed ecco i risultati dell’ultima votazione, riferita ai libri usciti tra il 1 ottobre 2019 e il 31 gennaio 2020 (le classifiche complete su L’Indiscreto):

Narrativa

1) Marta Barone, Città sommersa, Bompiani

2) Sandro Veronesi, Il colibrì, La nave di Teseo

3) Giorgio Fontana, Prima di noi, Sellerio

4) Leonardo G. Luccone, La casa mangia le parole, Ponte alle Grazie

5) Cristò, La meravigliosa lampada di Paolo Lunare, TerraRossa

6) Paolo Pecere, Risorgere, Chiarelettere

7) Domenico Starnone, Confidenza, Einaudi

8) Davide Orecchio, Il regno dei fossili, il Saggiatore

9) Giovanni Bitetto, Scavare, Italo Svevo

10) Giacomo Verri, Un altro candore, Nutrimenti

Saggistica

1) Roberto Calasso, II libro di tutti i libri, Adelphi

2) Guido Vitiello, Una visita al Bates Motel, Adelphi

3) Massimo Sandal, La malinconia del mammut, il Saggiatore

4) Antonio Talia, Statale 106, minimum fax

5) Marta Fana, Simone Fana, Basta salari da fame!, Laterza

6) Vera Gheno, Femminili singolari, effequ

7) Adriana d’Arienzo, Giorgio Samorini, Terapie psichedeliche, Shake

8) Nadia Terranova, Un’idea di infanzia, Italo Svevo

9) Luca Ricolfi, La società signorile di massa, La nave di Teseo

10) Giulio Ferroni, La solitudine del critico, Salerno

Poesia

1) Mariangela Gualtieri, Quando non morivo, Einaudi

2) Gianni Montieri, Le cose imperfette, LiberAria

3) Franco Arminio, L’infinito senza farci caso, Bompiani

4) Federico Italiano, Habitat, Elliot

5) Francesca Matteoni, Ginevra Ballati, Libro di Hor, Vydia

6) Ferruccio Benzoni, Con la mia sete intatta. Tutte le poesie, Marcos y Marcos

7) Giuseppe Conte, Non finirò di scrivere sul mare, Mondadori

8) Matteo Pelliti, Dire il colore esatto, Luca Sossella

9) Cesare Viviani, Ora tocca all’imperfetto, Einaudi

10) Matteo Meschiari, Finisterre, Aragno

Fumetto

1) Gipi, Momenti straordinari con applausi finti, Coconino

2) Vincenzo Filosa, Italo. Educazione di un reazionario, Rizzoli Lizard

3) Manuele Fior, Celestia: 1, Oblomov

4) Alessandro Baronciani, Quando tutto diventò blu, Bao

5) Paolo Cattaneo, Non mi posso lamentare, Rizzoli Lizard

6) Andrea Serio, Rapsodia in blu, Oblomov

7) Kalina Muhova, Diana Sottosopra, Canicola

8) Daniel Cuello, Mercedes, Bao

9) Altan, Uomini ma straordinari, Coconino

10) Tuono Pettinato, Chatwin. Gatto per forza, randagio per scelta, Rizzoli Lizard

Commenti