“Come molti giochi, come tutti i giochi intelligenti, è molto più profondo di quanto saremmo portati a credere…”. La scrittrice Ilaria Gaspari ha realizzato un podcast, “Chez Proust”, che l’ha portata ad abitare a lungo fra le pagine di “Alla ricerca del tempo perduto”. Inevitabile la decisione di sottoporsi al celebre questionario di Proust. Ecco com’è andata…

Quando Marcel Proust era un’adolescente, una sua cara amica, Antoinette Faure, gli fece fare un gioco che gli piacque molto: in un album inglese che lei aveva, una sorta di diario in cui annotare ricordi, era incluso un questionario che proponeva domande varie e apparentemente superficiali, ma di quel genere che costringe a guardarsi dentro per trovare una risposta.

podcast su Proust

IL PODCAST – Chez Proust (Emons, con il sostegno dell’Institut Français Italia) di Ilaria Gaspari è un podcast dedicato a un romanzo molto lungo, Alla ricerca del tempo perduto. Che proprio per la sua mole, come una montagna particolarmente imponente può sembrare a qualcuno minaccioso. Gaspari dialoga con persone che “il romanzo-montagna l’hanno scalato e magari si sono proprio innamorati dei crepacci, dei burroni e delle caverne, delle scorciatoie e dei sentieri che hanno scoperto fra un libro e l’altro”. Un viaggio alla scoperta della Recherche e un luogo di dialogo tra Italia e Francia sui temi che, come fiumi carsici, percorrono il capolavoro proustiano…

È un questionario sui gusti e sulle ispirazioni; sulla percezione di sé e degli altri. Di copie compilate per mano di Proust, ne è stata trovata più d’una, e sono quasi istantanee di momenti diversi della sua vita, di differenti fasi del suo carattere – del resto, cosa c’è di più proustiano della consapevolezza che i nostri io continuamente cambiano, muoiono e rinascono in nuove forme?

Può interessarti anche

Oggi, che festeggio l’uscita di Chez Proust, un podcast che mi ha portata ad abitare a lungo fra le pagine di Alla ricerca del tempo perduto, il romanzo più lungo del mondo, ho pensato di sottopormi anch’io al questionario, come fece il suo autore, e come capitò negli anni a una gran folla di persone, perché questa serie scherzosa di domande divenne, nel tempo, un vero standard d’intervista.

Domani le mie risposte saranno già diverse; e se ci provate anche voi, vedrete che vi succederà la stessa cosa. Potete usarlo come interrogatorio per potenziali amici o amanti, come gioco da fare a cena, come schema per costruire un personaggio. Come molti giochi, come tutti i giochi intelligenti, è molto più profondo di quanto saremmo portati a credere.

  1. Il tratto principale del tuo carattere? L’esitazione
  2. Qual è la qualità che apprezzi in un uomo? Il senso dell’umorismo, il saper aver paura e trovare il coraggio
  3. Qual è la qualità che apprezzi in una donna? Il senso dell’umorismo, il saper aver paura e trovare il coraggio
  4. Cosa apprezzi di più dei tuoi amici? La bellezza speciale, quella che vedo in loro perché sono miei amici, ma che ha anche fatto sì che li scegliessi come amici
  5. Il tuo peggior difetto? L’esitazione (accidia, procrastinazione)
  6. Il tuo passatempo preferito? Sono tre: camminare, leggere e pitturare (pareti e oggetti)
  7. Cosa sogni per la tua felicità? Un tempo sterminato, mio
  8. Quale sarebbe, per te, la più grande disgrazia? Che succedesse qualcosa di doloroso alle persone che amo senza poterle aiutare
  9. Cosa vorresti essere? Un cane scodinzolante
  10. In che paese vorresti vivere? Un po’ in Francia, un po’ in Italia, un po’ girando il mondo ma abitando solo in hotel
  11. Il tuo colore preferito? Il verde
  12. Il tuo fiore preferito? La peonia, ma anche le rose rampicanti
  13. Il tuo uccello preferito? L’upupa (anche per il nome)
  14. I tuoi scrittori preferiti? In questo periodo: Proust, Mann, Highsmith, King
  15. I tuoi poeti preferiti? Ovidio, Donne, Gozzano
  16. Chi sono i tuoi eroi? Forse i veri artisti (molto rari)
  17. E le tue eroine? Forse le vere artiste (molto rare)
  18. Il tuo musicista preferito? Purtroppo sono amusica
  19. Il tuo pittore preferito? Un quadro di Botticelli e uno di Velazquez, in momenti diversi, mi hanno fatta piangere
  20. Un eroe nella tua vita reale? Tutte le persone che mostrano un carattere all’altezza della loro intelligenza
  21. Una tua eroina nella vita reale? Tutte le persone che mostrano un carattere all’altezza della loro intelligenza
  22. Il tuo nome preferito? Angela
  23. Cosa detesti? La sopraffazione e l’umiliazione di chi è più debole, mi fanno stare fisicamente male
  24. Un personaggio della storia che odi più di tutti? Mussolini, ma in generale anche tutti gli altri dittatori non scherzano – diciamo: chi ha spinto le persone a azioni basse per paura
  25. L’impresa storica che ammiri di più? La Resistenza
  26. Un dono che vorresti avere? La musica, quindi anche il tempo
  27. Come vorresti morire? Preferirei evitare, ma se proprio devo: con eleganza e ultime parole spiritose, magari addirittura memorabili
  28. Come ti senti attualmente? Stanca e felice come se avessi nuotato (non ho nuotato)
  29. Di cosa ti senti in colpa? Di tutto, quindi forse, ora come ora, di niente in particolare
  30. Lascia scritto il tuo motto della vita: Faiblesse oblige.

L’AUTRICE – Ilaria Gaspari, scrittrice, filosofa e collaboratrice de ilLibraio.it, è nata a Milano. Ha studiato filosofia alla Scuola Normale di Pisa e si è addottorata con una tesi sulle passioni all’università Paris 1 Panthéon Sorbonne. Scrive per diverse testate, e collabora con radio, tv e scuole di scrittura.

Nel 2015 è uscito il suo primo romanzo, Etica dell’acquario (Voland). Ha poi pubblicato Ragioni e sentimenti – L’amore preso con filosofia (Sonzogno),  Lezioni di felicità. Esercizi filosofici per il buon uso della vita (Einaudi) e, sempre con Einaudi, Vita segreta delle emozioniIl suo nuovo libro, pubblicato nel 2022, è A Berlino – Con Ingeborg Bachmann nella città divisa (Giulio Perrone editore).

Scopri le nostre Newsletter

Iscrizione alla Newsletter
Il mondo della lettura a portata di mail

Notizie, approfondimenti e curiosità su libri, autori ed editori, selezionate dalla redazione de ilLibraio.it

scegli la tua newsletter Scegli la tua newsletter gratuita

Libri consigliati