"Ad alta voce" di Radio3 è un contenitore gratuito di parole, romanzi e racconti, dai classici alle ultime novità. Il programma, ormai di culto, è completamente gratuito e offre agli ascoltatori una biblioteca di oltre 200 titoli, letti da attrici e attori italiani

C’è chi li ama da tempo, chi li ha scoperti di recente (anche se non sono certo una novità degli ultimissimi anni) e chi non ne ha mai ascoltato uno: gli audiolibri e i podcast sono una tendenza che sta conquistando spazio nel panorama della cultura e dell’intrattenimento. Sono infatti diverse le piattaforme, a pagamento e non, dove gli utenti possono trovare contenuti audio di qualsiasi tipo: dalla letteratura alla politica, passando per la mindfulness, la cronaca nera, la cucina e l’attualità.

Su ilLibraio.it ne abbiamo parlato in svariati articoli, riportando statistiche, iniziative, classifiche e guide; mostrando alcuni degli effetti positivi che può sortire l’ascolto e raccontando il mestiere di chi legge ad alta voce. Abbiamo anche realizzato un podcast, L’audiolibraio, per approfondire libri di ieri e di oggi, ma anche e soprattutto per esplorare il mondo, non ancora del tutto conosciuto, degli audiolibri.

Tra i tanti casi di successo (come Veleno e Morgana, solo per nominarne due tra i più famosi), vogliamo porre l’attenzione su un prodotto in particolare, anche se non si tratta di una new entry in questo panorama. Parliamo di Ad alta voce, il programma in diretta sulle frequenze di Radio3, dal lunedì al venerdì alle 17, in replica la notte alle 1.30, riascoltabile in streaming e scaricabile in podcast.

A cura di Anna Antonelli, Fabiana Carobolante con Lorenzo Pavolini e Chiara Valerio, Ad alta voce è un programma ormai di culto: un contenitore di parole, romanzi e racconti, dai classici più conosciuti alle ultime novità. Si può ascoltare il capolavoro di Manzoni, I promessi sposi, e poi dedicarsi a Febbre di Jonathan Bazzi (il romanzo che ha vinto il premio Bagutta opera prima e che ora è tra i 54 libri proposti allo Strega 2020); saltare a un racconto di Raymond Carver, oppure ritornare bambini con Pinocchio e Il mago di Oz.

Insomma, la biblioteca di Ad alta voce è un tesoro da non sottovalutare: conta oltre 200 titoli, in cui spiccano nomi come Madame Bovary di Gustave Flaubert, Ventimila leghe sotto i mari di Jules Verne, Le notti bianche di Dostoevskij, Guida galattica per gli autostoppisti di Douglas Adams, Il buio oltre la siepe di Harper Lee, Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Arancia meccanica di Anthony Burgess e Gli indifferenti di Alberto Moravia.

Tra l’altro chiunque, quando vuole, può ascoltare alcune delle più memorabili pagine della letteratura lette da grandi attrici e attori italiani (come Valerio Aprea, Mauro Avogadro, Anna Bonaiuto, Alessandro Benvenuti): il programma infatti è completamente gratuito. Basta andare sul sito per accedere a tutte le puntate, senza dover sottoscrivere alcun abbonamento.

Commenti