copertina Pene d'amor perdute

Pene d'amor perdute

Tutti i formati dell'opera

Acquistalo

Sinossi

Introduzione, prefazione, traduzione e note di Nemi D’Agostino

Con testo a fronte

Alla corte di Navarra, il re Ferdinando e tre suoi gentiluomini hanno fatto voto di dedicarsi per qualche tempo solo allo studio. L’arrivo della principessa di Francia col suo seguito rivela quanto la promessa sia effimera: a suon di missive segrete, mascherate, schermaglie verbali e goffi corteggiamenti l’amore fa breccia nel cuore di damigelle e cavalieri. L’improvvisa partenza delle fanciulle interrompe bruscamente l’idillio: il lieto fine è rimandato, gli affanni d’amore sono stati per il momento vani e solo l’attesa fedele saprà riscattarli. Raffinata commedia cortese, Pene d’amor perdute (1594) rappresenta il potere e l’ambiguità del linguaggio, strumento truffaldino quanto inconsapevole di inganno e autoinganno, la cui fascinazione retorica eccede, e talvolta stravolge, lo scopo comunicativo. Ma la satira del parlare barocco, fatuo e affettato, è condotta per mezzo dello stesso linguaggio messo sotto accusa: la più letteraria delle commedie di Shakespeare è anche una briosa festa della parola traboccante di bisticci, doppi sensi, allusioni incrociate, un omaggio divertito all’arte della conversazione arguta e galante.

  • ISBN: 8811364981
  • Casa Editrice: Garzanti
  • Pagine: 272

Dove trovarlo

€12,00

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Altri libri di William Shakespeare

Eventi

Nessun evento disponibile al momento

Tutti gli eventi

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai